GIAN MARCO CASINI GALLERY

Geoffrey Hendricks
Skies and stairs

La mostra personale dell’artista Fluxus Geoffrey Hendricks (1931-2018), come evidenziato dal titolo Skies and stairs, presenta i celebri Cieli di Hendricks, con una installazione di acquerelli e ardesie realizzata in occasione della sua mostra personale More than 100 skies alla Fondation du doute di Blois nel 2017 e una delle sue famose Scale, alle quali appendeva acquerelli di cielo ed ex-voto. A fianco a esse, una Edizione Morra del 1979 intitolata La Capra, prodotta durante e dopo una performance di Hendricks, sulla sua fase onirica e dedicata a Dioniso e Duchamp, realizzata nel 1976 alla Fondazione Morra a Napoli. L’artista, insieme ad altri tre performer, trascriveva i propri sogni e li trasformava in azioni da eseguire davanti a un pubblico (in un caso con la presenza di una capra). Quest’opera, storicamente importante per l’artista, si compone di una cassa contenente 21 fotografie scattate durante la performance, un libro con tre testi dell’artista, alcuni residui delle azioni svolte e il materiale per eseguire una performance da parte del pubblico su una scala di legno. 
Con Geoffrey Hendricks continua l’attenzione della galleria per Fluxus, dopo una collettiva e le due personali di Philip Corner e Ben Patterson. La mostra, inaugurata lo scorso 22 febbraio, sarà visitabile fino al 30 maggio 2020.

Ritorna