GUASTALLA CENTRO ARTE

Hope, ovvero rinascita e speranza nel futuro con l’aiuto dell’arte. Il progetto espositivo nasce dalla frase iconica di Gerhard Richter “L'arte è l'ultima forma di speranza”. L’arte come linguaggio universale ha la capacità unica di cogliere le sfumature della realtà ma anche di aprire gli occhi dello spettatore, di mostrare le cose sotto una luce più limpida e di trasmettere un messaggio universale di civiltà e di speranza nel futuro e nella bellezza. Rasserenare l’animo attraverso la contemplazione e la salvaguardia del bello. Opere di: Franco Angeli, Enrico Baj, Piero Dorazio, Tano Festa, Paul Jenkins, Sandro Martini, Elio Marchegiani, Marino Marini, Ugo Nespolo, Luigi Ontani, Mario Schifano.

Hope, rebirth and hope in the future with the help of art. The exhibition project was born from the iconic phrase of Gerhard Richter "Art is the last form of hope". Art as an universal language has the unique ability to grasp the nuances of reality but also to open the eyes of the viewer, to show things in a clearer light and to transmit a universal message of civilization and hope in the future and in beauty. Reassure the soul through contemplation and the preservation of beauty. Works by: Franco Angeli, Enrico Baj, Piero Dorazio, Tano Festa, Paul Jenkins, Sandro Martini, Elio Marchegiani, Marino Marini, Ugo Nespolo, Luigi Ontani, Mario Schifano.

Ritorna