SEZIONI 2020

Una Main Section e tre sezioni curate a invito: questa è stata la struttura di Arte Fiera nel 2020. La Main Section spaziava dal Moderno e dall’arte postbellica italiani, storici punti di forza di Arte Fiera, fino al contemporaneo di ricerca.

La sezione di fotografia, aperta al video e completamente rinnovata nei contenuti, è stata affidata per il secondo anno alla curatela di FANTOM, piattaforma curatoriale nata tra Milano e New York nel 2009, rappresentata da Selva Barni, Ilaria Speri, Massimo Torrigiani e Francesco Zanot. 

Le altre due sezioni speciali, entrambe inedite e al loro esordio, erano Pittura XXI e Focus. La prima, a cura di Davide Ferri, è un format inedito per le fiere, non solo in Italia: una panoramica della pittura del nuovo millennio, italiana e internazionale, attraverso stand monografici o di due artisti. La seconda sezione curata, Focus, si rivolge al moderno e al dopoguerra storicizzato, e non ha un contenuto definito in anticipo: è il curatore invitato, che cambierà ogni anno, a scegliere il periodo, la tendenza, il movimento artistico su cui concentrarsi. Il curatore invitato nell’edizione 2020 è stato Laura Cherubini.   

Arte Fiera 2020 ha coinvolto 155 gallerie tra italiane e straniere: 108 nella Main Section e 47 nelle tre sezioni curate e su invito, Fotografia e immagini in movimento (20 gallerie) a cui si sono aggiunte per la prima volta Focus (8 gallerie) e Pittura XXI (19 gallerie), per un totale di 345 artisti presentati in fiera. 

MAIN SECTION

La Main Section ha confermato il modello innovativo avviato nel 2019, dettato dalla cura per la qualità e la coerenza degli stand, e promosso tanto dalle gallerie quanto dai collezionisti. Anche nel 2020, dunque, le gallerie sono state invitate a presentare un numero limitato di artisti: fino a un massimo di tre, per gli stand di medie dimensioni; fino a un massimo di sei per i più grandi.

Unica eccezione alla regola – si trattava di una delle novità dell’edizione 2020 – la possibilità di eccedere il limite di sei artisti con un progetto curatoriale dedicato a un gruppo, un movimento, una corrente artistica.

Inoltre, come nell’edizione 2019, una percentuale significativa di gallerie ha presentato un unico artista, rispondendo alla sollecitazione della Fiera in tal senso. Questa forte presenza di stand monografici, che costituiscono altrettanti approfondimenti su artisti italiani o stranieri, nuove proposte o maestri affermati, si segnala già come uno dei tratti caratteristici della direzione di Menegoi.

Gallerie partecipanti

10 A.M. ART Milano; ABC - ARTE Genova; AF Bologna; ANDREA INGENITO Milano, Napoli; ANNARUMMA Napoli; FRANCESCA ANTONINI Roma; ARTESILVA Seregno (MB); PIERO ATCHUGARRY Miami, Garzón; UMBERTO BENAPPI Torino; BIASUTTI & BIASUTTI Torino; FLORA BIGAI Pietrasanta (LU); GIOVANNI BONELLI Milano, Pietrasanta (LU), Canneto sull'Oglio (MN); BONIONI ARTE Reggio Emilia; BOXART Verona; ALESSANDRO CASCIARO Bolzano; ANTONELLA CATTANI Bolzano; C+N CANEPANERI Milano, Genova; CA' DI FRA' Milano; CAMPAIOLA Roma; CARDELLI & FONTANA Sarzana (SP); GLAUCO CAVACIUTI Milano; CELLAR CONTEMPORARY Trento; CINQUANTASEI Bologna; CLIVIO Parma, Milano; CONTINI Venezia, Cortina d'Ampezzo (BL); CONTRASTO GALLERIA Milano; COPETTI ANTIQUARI Udine; CORTESI GALLERY London, Milano, Lugano; LARA E RINO COSTA Valenza (AL); DE' BONIS Reggio Emilia; DE' FOSCHERARI Bologna; DELLUPI ARTE Milano; DEP ART Milano; UMBERTO DI MARINO Napoli; DI PAOLO ARTE Bologna; E3 Brescia; EIDOS Asti; RENATA FABBRI Milano; FABBRICA EOS Milano; FEDERICA SCHIAVO GALLERY Milano, Roma; FERRARINARTE Legnago (VR); FONTI Napoli; FORNI Bologna; FREDIANO FARSETTI Milano; GALLERIA DELLO SCUDO Verona; GIAN MARCO CASINI Livorno; GIRALDI Livorno; GIUSEPPE LO MAGNO Modica (RG); GRANELLI Castiglioncello (LI); GUASTALLA CENTRO ARTE Livorno; GUIDI&SCHOEN Genova; IL CASTELLO Milano; IL CHIOSTRO Saronno (VA); IL PONTE Firenze; LABS GALLERY Bologna; L'ARIETE Bologna; LATTUADA GALLERY Milano, New York; L'INCONTRO Chiari (BS); MAAB Milano, Padova; MAGGIORE G.A.M. Bologna, Milano, Paris; MARCOROSSI Milano, Pietrasanta (LU), Torino, Verona; PRIMO MARELLA Milano; MARIGNANA ARTE Venezia; MATÈRIA Roma; MAURIZIO CORRAINI Mantova; MAZZOLENI London, Torino; MAZZOLI Modena, Berlin; ME VANNUCCI Pistoia; MENHIR Milano; METROQUADRO Torino; MLB MARIA LIVIA BRUNELLI Ferrara, Porto Cervo (OT); NUOVA GALLERIA MORONE Milano; NCONTEMPORARY Milano, London; OPEN ART Prato; P420 Bologna; PACI CONTEMPORARY Brescia, Porto Cervo (OT); DAVIDE PALUDETTO Torino; FRANCESCO PANTALEONE Palermo, Milano; NICOLA PEDANA Caserta; ALBERTO PEOLA Torino; GIORGIO PERSANO Torino; POGGIALI Firenze, Milano, Pietrasanta (LU); POLESCHI ARTE Lucca, Milano; PROGETTO ORIENTALESICULA Catania; PROMETEOGALLERY Milano, Lucca; PROPOSTE D'ARTE Legnano (MI); RAFFAELLI Trento; REPETTO London; ROSSOVERMIGLIOARTE Padova; RUSSO Roma; SANTO FICARA Firenze; MIMMO SCOGNAMIGLIO / PLACIDO Milano, Paris; GALLERIA SIX Milano; SPIRALE MILANO Milano; STUDIO G7 Bologna; STUDIO SALES Roma; STUDIO TRISORIO Napoli; SUBURBIA Granada, Cape Town; TONELLI Milano, Porto Cervo (OT); TORBANDENA Trieste; TORNABUONI ARTE Firenze, Milano, Paris, London; VEROLINO Modena; PAOLA VERRENGIA Salerno; STUDIO VIGATO Alessandria; VISIONQUEST 4ROSSO Genova; VISTAMARE|VISTAMARESTUDIO Pescara, Milano; WHITE NOISE GALLERY Roma

FOCUS

Focus è stata una delle principali novità di Arte Fiera 2020: una sezione che prende in esame le ricerche artistiche della prima metà del XX secolo e del secondo dopoguerra, con un taglio differente ogni anno. Volutamente ridotta nelle dimensioni, vuole essere un meditato approfondimento su un aspetto dell’arte del XX secolo.

L’edizione d’esordio è stata firmata da Laura Cherubini, critica e storica dell'arte di chiara fama. Cherubini si è concentrata sul rinnovamento e sulle innovazioni linguistiche della pittura italiana tra la fine degli anni Cinquanta e la fine degli anni Settanta.

“La sezione curatoriale Focus è mirata per questa edizione sulla pittura. Questo è il tema che il Direttore Simone Menegoi mi ha affidato indicando alle gallerie di proporre partecipazioni monografiche o “duetti” di artisti. La pittura è certamente un linguaggio che ha fortemente caratterizzato l’arte italiana. Costituisce quindi un tema identitario e delinea un DNA dell’artista italiano. L’idea è stata, soprattutto, quella di offrire una panoramica, attraverso una sintetica campionatura, del periodo fertile e variegato che ha preceduto il cosiddetto “ritorno alla pittura”. Per scoprire che la pittura in Italia c’è sempre stata, in Italia la pittura è di casa.

Il Focus si è quindi concentrato, in particolare, sui decenni Cinquanta, Sessanta e Settanta di quello che possiamo ormai chiamare il secolo scorso. Anni in cui la pratica della pittura in Italia è stata ricca e intensa, nonostante a più riprese venisse data per morta e sepolta. All’interno del filo conduttore di questa concisa sezione potranno essere rintracciate conferme, riscoperte e qualche sorpresa. Gli artisti presenti negli spazi monografici sono Franco Angeli, Piero Dorazio, Bice Lazzari, Mario Nigro, Giuseppe Santomaso, Toti Scialoja, mentre doppie personali saranno dedicate a Lucio Fontana e Gianfranco Zappettini e a Saverio Rampin e Fabio Mauri. Si tratta di presenze singolari e diversificate e non etichettabili in un’unica tendenza, movimento o gruppo. Pitture italiane. Da sempre la pittura abita qui.”

(Laura Cherubini)

 

Gallerie partecipanti

A ARTE INVERNIZZI (artista: Mario Nigro) Milano, CORTESI GALLERY (Giuseppe Santomaso) London, Milano, Lugano, GALLERIA DELLO SCUDO (Gastone Novelli) Verona, MICHELA RIZZO (Fabio Mauri, Saverio Rampin) Venezia, MAZZOLENI  (Lucio Fontana, Gianfranco Zappettini) London, Torino, RICHARD SALTOUN (Bice Lazzari) London, RONCHINI (Franco Angeli) London, TORNABUONI ARTE (Piero Dorazio) Firenze, Milano, Paris, London.

PITTURA XXI

Pittura XXI, a cura di Davide Ferri, è la prima sezione di una fiera, in Italia o all’estero, dedicata interamente alla pittura contemporanea. L’obiettivo del progetto è di offrire una panoramica del lavoro degli artisti emergenti e mid-career, a livello nazionale e internazionale, che lavorano con questo medium. Una proposta audace e al contempo tempestiva, poiché si colloca in una fase storica in cui la pittura si è riaffacciata prepotentemente sulla scena dell’arte.

“Individuando un territorio compatto e delimitato all’interno del contesto fieristico, Pittura XXI nasce con l’intento di provare a indicare alcuni fili conduttori che percorrono la ricerca delle ultime generazioni di pittori. Al centro della sezione, in particolare, ci sono alcuni fra i possibili percorsi della pittura figurativa del presente: l’approdo a una figurazione che sembra nascere come un dato momentaneo da una specie di magma astratto, o, al contrario, di un’astrazione che sottintende una grammatica figurativa; la proposta di una figurazione agile, perfino sfrontata, capace di sovrapporre forme e modelli del passato (anche quello che precede le Avanguardie) a un immaginario pop; all’estremo opposto, una figurazione minima, riflessiva, inevitabilmente metalinguistica.

Pittura XXI includerà il lavoro di 30 artisti mid-career, in gran parte internazionali, che hanno iniziato a dipingere dall’inizio degli anni Duemila, presentati da una ventina di gallerie, e vuole evidenziare il lavoro di quegli spazi che, soprattutto in Italia, hanno saputo sviluppare in anni recenti una programmazione in cui la pittura ha avuto un ruolo di primo piano”.

(Davide Ferri)

 

Gallerie partecipanti

1/9UNOSUNOVE (artisti: Simon Callery, Jonathan Vandyke) Roma; A+B GALLERY (Markus Saile) Brescia; ARCADE (John Finneran) London; BERNHARD KNAUS FINE ART (Giacomo Santiago Rogado, Karim Noureldin) Frankfurt am Main; BOCCANERA (Nebojša Despotović, Andrea Fontanari) Trento, Milano; CAR DRDE (Damien Meade) Bologna; CARDELLI & FONTANA (Mirko Baricchi, Beatrice Meoni) Sarzana (SP); MONICA DE CARDENAS (Gianluca Di Pasquale, Ivan Seal) Milano; EX ELETTROFONICA (Federico Pietrella, Pesce Khete) Roma; FRANCESCA ANTONINI (Guglielmo Castelli), Roma; GALLERIA FUORICAMPO (Eugenia Vanni, Michele Tocca) Siena; MONITOR (Peter Linde Busk, Matteo Fato) Roma, Lisboa, Pereto (AQ); NORMA MANGIONE (Michael Bauer) Torino; P420 (Adelaide Cioni) Bologna; PINKSUMMER (Jorge Queiroz) Genova; RIBOT (Jonathan Lux) Milano; EDUARDO SECCI (Chris Hood, Pierre Knop) Firenze; THE GALLERY APART (Corinna Gosmaro, Alessandro Scarabello) Roma; LUCA TOMMASI (Phillip Allen, Mark Francis) Milano 

FOTOGRAFIA E IMMAGINI
IN MOVIMENTO

Giunta alla sua seconda edizione, la sezione Fotografia e immagini in movimento, a cura del collettivo Fantom (rappresentato da Selva BarniIlaria SperiMassimo Torrigiani e Francesco Zanot), costituisce un osservatorio puntato su alcune delle più recenti ricerche nel campo della fotografia e del video, cui si aggiungono alcuni imprescindibili punti di riferimento nel passato.

"La sezione Fotografia e Immagini in Movimento di Artefiera 2020 costituisce un osservatorio puntato su alcune delle più recenti ricerche fotografiche e video, oltre ad alcuni imprescindibili punti di riferimento nel passato. Combina gli utilizzi più classici e tradizionali di questi linguaggi con un approccio sperimentale rivolto allo studio e all’osservazione non soltanto dei soggetti rappresentati, ma anche del mezzo espressivo utilizzato.
La fotografia e il video invadono sempre più lo spazio del quotidiano, reale e virtuale, assumendo un ruolo di cruciale importanza nelle nostre vite. Sono macchine che consentono un’elaborazione estetica, sociale, filosofica e politica di tutto ciò che ci circonda. Ormai non si limitano a registrare cambiamenti e mutazioni, ma sono agenti cruciali della trasformazione del mondo e del nostro rapporto con esso. Attraverso lo sguardo e le ricerche degli artisti, possiamo vedere come sta cambiando la fotografia, tutt’altro che dispositivo impassibile e inalterabile, mentre registra, descrive e interpreta ulteriori cambiamenti. Ribaltando la convenzione, qui la fotografia e il video si presentano come medium d’invenzione, mostrandoci la realtà non soltanto per quello che è (stata), ma anche come potrebbe essere."

(Fantom)

 

Gallerie partecipanti

AA29 PROJECT ROOM (artisti: Kyle Thompson, Tiziana Pers) Milano, Caserta, Reggio Emilia; DEP ART (Tony Oursler) Milano; UMBERTO DI MARINO (Francesco Jodice, Pedro Neves Marques, Sergio Vega) Napoli; GALLLERIAPIÙ (Matteo Cremonesi) Bologna; MARCOLINI (Aneta Bartos, Christian Thompson) Forlì; MARCOROSSI (Rune Guneriussen) Milano, Pietrasanta (LU), Torino, Verona; MARTINI & RONCHETTI (Lisetta Carmi) Genova; MC2GALLERY (Lamberto Teotino, Justine Tjallinks, Paolo Ciregia) Tivat, Montenegro; METRONOM (Christto & Andrew) Modena; MICHELA RIZZO (Antoni Muntadas, Katerina Šedá, Francesco Jodice) Venezia; MLZ ART DEP (The Cool Couple, Discipula, Källstrӧm+Fäldt) Trieste; OTTO ZOO (Paul Kooiker) Milano; PINKSUMMER (Luca Trevisani) Genova; PODBIELSKI CONTEMPORARY (Giulio Di Sturco, Massimiliano Gatti, Yuval Yairi) Milano; POGGIALI (Goldschmied & Chiari) Firenze, Milano, Pietrasanta (LU); SHAZAR (Giacomo Montanaro) Napoli; SPAZIO NUOVO (Marco Maria Zanin, Edouard Taufenbach) Roma; TRAFFIC (Mattia Zoppellaro) Bergamo; VIASATERNA (Alessandro Calabrese) Milano; z2o SARA ZANIN (Mariella Bettineschi, Silvia Camporesi, Ekaterina Panikanova) Roma

sponsored by 

RIVISTE D’ARTE,
EDITORIA, ISTITUZIONI

ALLEMANDI IL GIORNALE DELL'ARTE, Torino; ARENGARIO STUDIO BIBLIOGRAFICO, Gussago Franciacorta (BS); ARTE - CAIRO EDITORE, Milano; ARTFORUM INTERNATIONAL, New York; ARTRIBUNE, Roma; ASSOCIAZIONE NAZIONALE GALLERIE D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA, Milano; COLOPHONARTE, Belluno, Venezia; CROCE ROSSA ITALIANA, Roma; DANILO MONTANARI EDITORE, Ravenna; EMMEBI ARTE E LIBRI, Milano; EXIBART, Roma; FLASHART, Milano; FONDAZIONE GOLINELLI, Bologna; FONDAZIONE ZUCCHELLI, Bologna; GLI ORI, Pistoia; ISTITUITO BENI CULTURALI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA, Bologna; JULIET, Trieste; LIBRERIA MARTINCIGH, Udine; MAGONZA, Arezzo; MANFREDI EDIZIONI - MARETTI EDITORE, Imola (BO); SEGNO, Pescara; STAMPERIA D'ARTE ALBICOCCO, Udine; TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA – FONDAZIONE, Bologna; TITOLO - RUBETTINO EDITORE, Perugia