1/9UNOSUNOVE

#15

15 è il numero atomico del fosforo. 15 sono i giocatori di una squadra di rugby. 15 sono le palle da biliardo. 15 è “il ragazzo” nella smorfia napoletana. 15 sono gli anni di mostre e progetti d’arte contemporanea di 1/9unosunove, che verranno celebrati con una grande mostra in tre atti, con il contributo di 15 illustri artisti della scena italiana ed internazionale. Alcuni di questi artisti collaborano con 1/9unosunove da anni; altri verranno ospitati nella nostra galleria per la prima volta. La mostra, semplicemente intitolata #15, non vuole essere una retrospettiva, quanto piuttosto un esperimento rivolto al futuro, una riflessione più ampia sul concetto di evento espositivo e sulla forza della comunicazione artistica in tempi “dilatati” come quelli che stiamo vivendo. L’intero esperimento sarà incentrato su una serie di opere di grandi dimensioni che includono dipinti, sculture e fotografie. I lavori esposti spaziano dalla fine degli anni Sessanta fino ad oggi, e alcuni di essi provengono direttamente dagli studi degli artisti.
Parte 1/3 Olivo Barbieri Simon Callery Paola De Pietri Per-Oskar Leu Sergio Lombardo
Parte 2/3 Mat Collishaw Raffaella Crispino Bruna Esposito Carmengloria Morales Jonathan VanDyke
Parte 3/3 Giovanni Di Stefano Dan Shaw-Town Jamie Shovlin Buhlebezwe Siwani Marco Tirelli

#15

15 is the atomic number of phosphor. 15 is the number of players on a rugby team. 15 is the number of pool balls. 15 is “the boy” in the Neapolitan smorfia. 15 years of contemporary art exhibitions and projects by 1/9unosunove will be celebrated with a three-stage exhibition that includes contributions by 15 prominent artists representing both the international and Italian contemporary art scene. Some are artists with whom 1/9unosunove has collaborated for years; others are hosted by the gallery for the first time. The exhibition – simply entitled #15 – is not a retrospective but rather an experiment open to the future, a reflection on the exhibitive event and on the force of artistic communication in the ‘dilated’ times in which we are living. It centres around a series of large-scale works, including paintings, sculptures, and photography. The artworks run from the late 1960s to brand new productions arriving from artists’ studios.
Part 1/3 Olivo Barbieri Simon Callery Paola De Pietri Per-Oskar Leu Sergio Lombardo
Part 2/3 Mat Collishaw Raffaella Crispino Bruna Esposito Carmengloria Morales Jonathan VanDyke
Part 3/3 Giovanni Di Stefano Dan Shaw-Town Jamie Shovlin Buhlebezwe Siwani Marco Tirelli

Ritorna