OSSERVATORIO ARTE FIERA

photo

Giovanni Di Brindisi e Stella Massaro


Giovanni Di Brindisi e Stella Massaro dirigono la AF Gallery di Bologna dal 2010.
La galleria nel 2018 prende il nome di AF Gallery per seguire una rinnovata programmazione incentrata sulla ricerca e la sperimentazione, con particolare riferimento agli anni ’90, pur non escludendo proposte di artisti contemporanei più storicizzati non ancora pienamente valorizzati.

 

La memoria remota è sempre la più vivida e quindi risalgo all’ormai lontano 1999 per segnalare la mostra di Anselm Kiefer, che ritengo come una delle più complete vista in Italia, a cura di Danilo Eccher. Ero a Bologna da pochi anni e i primi passi nella realtà artistica della città sono stati prevalentemente verso la Gam di piazza Costituzione.

A distanza di tempo non ho trovato materiale iconografico sufficiente per una ricostruzione visiva, quindi mi affido alla memoria per cercare una ricostruzione attendibile. Direi che la mostra era formata da circa venti- trenta lavori: grandi dipinti, sculture in piombo, installazioni e libri - se non ricordo male gran parte dei lavori furono realizzati appositamente per questo evento.

L’aspetto per me impressionante e immediato di quella visita fu l’evidente rimando storico alle vicende tedesche del XX secolo, agli ambienti dove le tragedie furono consumate, al ricordo dei miti. Ricordo bene gli aerei di piombo (se non sbaglio furono realizzati utilizzando la copertura dismessa della cattedrale di Colonia), i girasoli con i grandi libri, le piramidi e le figure (rappresentazioni insolite per Kiefer) distese sotto cieli stellati.

Una mostra di grande spessore che sicuramente ha contribuito a far conoscere in modo più completo il lavoro di questo grande protagonista dell’arte della seconda metà del Novecento non solo a Bologna ma all’Italia intera.
 


Anselm Kiefer, Nürnberg, 1982, olio, paglia e tecnica mista su tela, The Eli and Edythe L. Broad Collection


   Indietro