ARCHIVIO 2020





ARTEFIERA 2020, 155 gallerie e tre sezioni

Sono 155 le gallerie ad Arte Fiera 2020: 108 nella Main Section e 47 nelle tre sezioni curate e su invito, Fotografia e immagini in movimento (20 gallerie) a cui si aggiungono per la prima volta Focus (8 gallerie) e Pittura XXI (19 gallerie), per un totale di 345 artisti presentati. La 44esima edizione - dal 24 al 26 gennaio a BolognaFiere (press preview e inaugurazione giovedì 23 gennaio) - diretta per il secondo anno da Simone Menegoi, affiancato da Gloria Bartoli, si presenta ricca di novità.

ARTEFIERA 2020, nasce Pittura XXI

Pittura XXI è la nuova sezione di Arte Fiera 2020, a cura di Davide Ferri, la prima di questo genere in una fiera, in Italia o all’estero, dedicata interamente alla pittura contemporanea. L’obiettivo del progetto è di offrire una panoramica del lavoro degli artisti emergenti e mid-career, a livello nazionale e internazionale, che lavorano con questo medium. Si colloca in una fase storica in cui la pittura si è riaffacciata prepotentemente sulla scena dell’arte. Include il lavoro di 30 artisti mid-career, in gran parte internazionali, che hanno iniziato a dipingere dall’inizio degli anni Duemila, presentati da una ventina di gallerie, e vuole evidenziare il lavoro di quegli spazi che, soprattutto in Italia, hanno saputo sviluppare in anni recenti una programmazione in cui la pittura ha avuto un ruolo di primo piano.

ARTEFIERA 2020, ricerca e tradizione in "Fotografia e immagini in ...

Giunta alla sua seconda edizione ad Arte Fiera, la sezione "Fotografia e immagini in movimento", a cura del collettivo Fantom (rappresentato da Selva Barni, Ilaria Speri, Massimo Torrigiani, Francesco Zanot), costituisce un osservatorio puntato su alcune delle più recenti ricerche nel campo della fotografia e del video, cui si aggiungono alcuni imprescindibili punti di riferimento nel passato. Venti le gallerie espositrici.

ARTEFIERA 2020: un'edizione con tante novità

Presentata e inaugurata Arte Fiera 2020, oggi giovedì 23 gennaio, a BolognaFiere fino a domenica 26. Conferenza stampa al mattino - con il presidente di BolognaFiere, Gianpiero Calzolari, il direttore artistico, Simone Menegoi, e Matteo Lepore, assessore alla Cultura e alla Promozione della città del Comune di Bologna - e vernissage a partire dalle 17. Nuova location (padiglioni 16 e 18) e tante novità nella direzione artistica in cui si affianca anche Gloria Bartoli. Coinvolte 155 gallerie distribuite tra Main Section, Fotografia e immagini in movimento, Focus e Pittura XXI, per un totale di 345 artisti presentati. Presentato anche il secondo capitolo di Courtesy Emilia-Romagna la cui curatela è affidata a Eva Brioschi che presenta la mostra "L’opera aperta".

ARTEFIERA 2020: il Vernissage dà il via alla 44esima edizione

Tradizionale appuntamento con il Vernissage di Arte Fiera, il Salone internazionale di arte moderna e contemporanea di Bologna, nel pomeriggio di giovedì 23 gennaio. La kermesse, giunta alla 44esima edizione e che si presenta con tante novità, sarà aperta fino al 26. Grande affluenza nella giornata inaugurale ad inviti, molti vip e volti noti di Bologna e non solo, per il secondo anno della direzione artistica di Simone Menegoi affiancato dalla vice Gloria Bartoli.

ARTEFIERA 2020, Bosetti: "Quello che non si può dire, si può dire"

Una sound performance che nasce come reportage poetico attingendo ai frammenti vocali registrati muovendosi tra la comunità effimera di voci che per tre giorni abita la “situazione” fiera: visitatori, espositori, tecnici, artisti. Per ogni frammento raccolto Alessandro Bosetti, compositore e artista sonoro, crea un suono ombra per poi intrufolarsi nel palinsesto temporale con delle brevi restituzioni vocali e performative. II progetto ("L'ombra") di Bosetti rientra in "Oplà. Performing Activities", il programma di live arts di Arte Fiera 2020 a cura di Silvia Fanti (Xing).

ARTEFIERA 2020, Zapruder performa "Anubi is not a dog"

Per tre giorni un set-performance ad Arte Fiera: dalla preparazione della scena al ciak, dal riscaldamento dei guests - i cani - alla manipolazione del suono. E' il nuovo progetto di Zapruder filmmakersgroup che prolifera in molteplici diramazioni confluendo per accumulo in un’opera complessa: un film. Raffinati creatori di nuove mitologie inzuppate di presente, Zapruder usano il dispositivo di visione della Sala Opera, in fiera, per enfatizzare la separazione dei sensi: udito e vista restituiranno paesaggi diversi. L’immagine guida del progetto è una quadreria i cui unici soggetti sono, appunto, dei cani.

ARTEFIERA 2020, con Devla, devla... si legge il futuro

"Devla, devla..." è un happening pensato espressamente per gli spazi di Arte Fiera. Donne e uomini rom, celati da un separé connotato da un’immagine più volte elaborata dall’artista, leggono il futuro ai visitatori che si lasciano coinvolgere dalla loro pratica di chiaroveggenza. Quest’ultima, esercitata nelle forme della cartomanzia e della chiromanzia, è un’usanza della tradizione rom. "Devla, devla..." nasce dalle suggestioni che hanno dato vita al progetto Romanistan, viaggio/opera in cui Luca Vitone ha ripercorso a ritroso il tragitto di emigrazione compiuto dal popolo Rom dall’India verso l’Europa. Il progetto rientra nell'ambito di "Oplà. Performing Activities", programma di live arts a cura di Silvia Fanti (Xing).

ARTEFIERA 2020, ANGAMC premia Tornabuoni Arte

Un lungo applauso ha accolto il conferimento del Premio ANGAMC 2020 a Roberto Casamonti, che, con grande passione e dedizione, ha portato il marchio Tornabuoni Arte nei centri focali dell’arte mondiale, facendosi portavoce della cultura italiana nel mondo. La cerimonia di premiazione si è tenuta sabato 25 gennaio nello Spazio Talk di Arte Fiera Bologna 2020, alla presenza di Gianpiero Calzolari (Presidente BolognaFiere) e Simone Menegoi (Direttore Artistico Arte Fiera). Dopo l’intervento di Gianpiero Calzolari (storico dell’arte e Presidente della Fondazione Burri), teso ad illustrare la storia del gallerista e della sua galleria, Mauro Stefanini (Presidente ANGAMC) ha premiato il vincitore, consegnandogli la targa commemorativa.

ARTEFIERA 2020, assegnati i cinque Premi speciali

Ad Arte Fiera 2020 sono 5 i Premi che hanno coinvolto le gallerie espositrici: Premio per la pittura Mediolanum, Premio Wide, Premio A Collection, Premio Rotary, Premio ANGAMC. La cerimonia di assegnazione dei riconoscimenti si è svolta nel pomeriggio di venerdì 24 gennaio, nell'area Talk del Salone. I Premi sono stati messi in palio dai partner con il sostegno di giurie qualificate, composte da curatori, direttori di museo, collezionisti e professionisti di settore.

ARTEFIERA 2020, Courtesy E-R: L'opera aperta di Eva Brioschi

La curatrice dell’edizione 2020 di Courtesy Emilia-Romagna è Eva Brioschi, storica e critica d’arte, che ha scelto per la sua mostra il titolo "L’opera aperta". Arte Fiera presenta la seconda edizione di Courtesy Emilia-Romagna, ciclo di mostre che coinvolge le collezioni istituzionali d’arte moderna e contemporanea del territorio emiliano-romagnolo, sia pubbliche che private. Il format è lo stesso del 2019: un curatore è invitato a esplorare le collezioni e, attingendo da esse, curare una mostra temporanea all’interno dei padiglioni fieristici. La mostra diventa così l’occasione di conoscere più da vicino il patrimonio artistico della regione, concepito come un “museo diffuso”.

ARTEFIERA 2020: Bosetti e la sua Ombra di suoni

"L’Ombra" di Alessandro Bosetti è una delle performances di "Oplà. Performing Activities", il programma di live arts curato da Silvia Fanti (Xing) per il secondo anno ad Arte Fiera, a BolognaFiere dal 24 al 26 gennaio 2020. l'azione di Bosetti, compositore e artista sonoro, è una sound performance che nasce come reportage poetico attingendo da un archivio sonoro in crescita. Microfono alla mano, l'artista raccoglie e restituisce un corpus di frammenti vocali, registrati muovendosi tra le voci della fiera. E' lo stesso performer a presentare il progetto.

ARTEFIERA 2020, Eva Marisaldi è il progetto speciale della 44esima edizione

La protagonista del Progetto speciale di Arte Fiera 2020 è Eva Marisaldi, una delle artiste italiane più significative degli ultimi trent’anni. L’artista presenta Welcome, una nuova creazione divisa in due parti. La prima è un’installazione che accoglie i visitatori all’ingresso del Padiglione 18: quattro dirigibili argentei, ornati con gualdrappe ricamate, che oscillano dolcemente in alto, mossi da piccoli motori. I quattro motivi ricamati sulle gualdrappe (uccelli, fuochi artificiali, satelliti e stelle, un motivo per ogni dirigibile) introducono alla seconda parte del progetto: Marisaldi ha prodotto 40 disegni che sono stati stampati sulle bustine di zucchero in distribuzione nei bar della fiera e nei bar del MAMbo, del Teatro Comunale e del Royal Hotel Carlton di Bologna. L’opera Welcome è stata resa possibile grazie al sostegno di BPER Banca e alla sponsorizzazione tecnica di Italia Zuccheri e Space World Air.

Naviga gli archivi delle edizioni precedenti

   Archivio 2021    Archivio 2019    Archivio 2018