P420

E subito riprende il viaggio
come
dopo il naufragio
un superstite
lupo di mare.

Dopo 11 settimane di chiusura forzata per lockdown, P420 riapre i propri spazi e ricomincia l’attività espositiva con la mostra collettiva E subito riprende il viaggio, con opere di Helene Appel, Riccardo Baruzzi, Irma Blank, Adelaide Cioni, John Coplans, June Crespo, Milan Grygar, Rodrigo Hernández, Paolo Icaro, Piero Manai, Stephen Rosenthal, Joachim Schmid, Alessandra Spranzi e Goran Trbuljak.

 Incipit della poesia Allegria di Naufragi che Giuseppe Ungaretti pubblica per la prima volta nel 1919, il titolo annuncia una mostra carica di un senso di vulnerabilità, di precarietà, di spaesamento che però una vitalità istintiva e caparbia permette di lasciarsi sempre alle spalle.

And immediately resumes the voyage
as 
after the shipwreck
a surviving
seadog.

After 11 weeks of obligatory lockdown, P420 reopens its spaces and resumes its activity with the group exhibition E subito riprende il viaggio, featuring works by Helene Appel, Riccardo Baruzzi, Irma Blank, Adelaide Cioni, John Coplans, June Crespo, Milan Grygar, Rodrigo Hernández, Paolo Icaro, Piero Manai, Stephen Rosenthal, Joachim Schmid, Alessandra Spranzi and Goran Trbuljak. 

The incipit of the poem Allegria di Naufragi published for the first time by Giuseppe Ungaretti in 1919, the title announces a show driven by a sense of vulnerability, precariousness and bewilderment, which can be overcome, nevertheless, by an instinctive, obdurate vitality.

Ritorna