MAURIZIO CORRAINI

Negli spazi milanesi della Galleria Corraini, la Libreria 121+, ospitiamo una serie di lavori dell’artista francese Paul Cox dedicati al paesaggio intitolata Cammin facendo. Fin da giovanissimo, Cox si appassiona alla pittura di paesaggio, e decide che con i suoi dipinti avrebbe mostrato “metodicamente tutto ciò che esiste”. Inizia col rappresentare il mondo visto dall'alto, poi dipinge strade, personaggi, animali e fabbricati di ogni genere. Il suo interesse enciclopedico per il mondo si trasforma poco a poco nel desiderio di sperimentare metodi e tecniche pittoriche di ogni genere. Cox articola un lessico che oscilla tra l’astratto e la figurazione, attraverso un tratto semplice ed essenziale, in cui il soggetto appare come ricostruzione mentale piuttosto che come descrizione del reale. “Il paesaggio è un soggetto che ricorre spesso nei miei disegni e dipinti. Qui ho raccolto tre gruppi di esempi, realizzati nell’arco di alcuni anni. Ho creato le opere nel mio studio, partendo da appunti e schizzi fatti dal vivo, all’aperto. Questi lavori nascono dalla memoria. Non volevo fare una copia esatta del paesaggio, ma piuttosto provare a trasmettere l’impressione generale che mi era rimasta, qualcosa di simile a un’armonia, un’atmosfera, una “stimmung”. Osservare la natura è, per me, il modo migliore per scoprire nuove forme, nuove combinazioni di colore, nuovi ritmi. Limitandomi a un piccolo gruppo di colori, che di solito non comprende sfumature, cerco di dare profondità attraverso i valori cromatici e le linee, e di creare un’immagine che sia allo stesso tempo piatta e profonda, decorativa e realistica. L’uso di una palette ridotta è una mia personale “regola del gioco”, che mi concede maggiore libertà al momento di improvvisare sulla base degli appunti presi all’aperto”. P.C.
Sarà possibile visitare la mostra dal lunedì al sabato dalle 15 alle 19:30 presso Libreria 121+ in via Savona 17/5, Milano

In the Milanese space of Galleria Corraini - Libreria 121+ - we present a series of works by French artist Paul Cox dedicated to landscapes titled Cammin Facendo. From a very early age, Cox fell in love with landscape painting and decided that, with his paintings, he would “methodically [show] everything that exists”. He started by representing the world as seen from above, later painting streets, characters, animals and buildings of every kind. His encyclopaedic interest in the world gradually turned into a desire to experiment with all sorts of painting methods and techniques. Cox articulates a lexicon that oscillates between the abstract and figuration, through simple and essential strokes, in which the subject appears as a mental reconstruction rather than as a description of the real. “Landscape is a subject I often return to in my drawings and paintings. Here I have gathered three groups of examples I have created over a few years’ span. I made these works in the studio, from notes and sketches taken outdoors. I made these works from memory. I tried not to copy the landscape precisely, but rather to convey the general impression it left on me, something like a musical harmony, an atmosphere, a ‘stimmung’. Observing nature is the best means for me to discover new forms, new color combinations, new rhythms. Limiting myself to a few colours – generally with no gradations, I try to create depth through values and lines, and to create an image that be both flat and deep, decorative and realistic. I see the use of a limited palette as a ‘rule of the game’ which enables me to improvise more freely on the basis of my outdoor notes”. P. C.
Libreria 121+ via Savona 17/a Milano - opening hours: Mon-Sat 3pm-7:30 pm

Ritorna